Category

Comunicati stampa

COMUNICATO STAMPA – Imprese dei Servizi, un mercato che supera i 21 miliardi di fatturato con 532mila addetti. Mattioli: Servono regole certe per tutelare e far crescere il settore

By | Comunicati stampa

VENEZIA, 22 novembre 2019 – Il comparto dei Servizi è in costante crescita negli ultimi anni. Lo dice una ricerca del centro ricerche Cresme diffusa nel corso di LiFE 2019, la due giorni dedicata alle imprese del settore labour intensive promossa a Venezia da CONFINDUSTRIA SERVIZI HYGIENE,CLEANING & FACILITY SERVICES, LABOUR SAFETY SOLUTIONS sotto la direzione di Paolo Valente. Il report prende in considerazione le imprese del Facility management, cleaning, igiene e sicurezza: “Si tratta di un mercato – spiega il Cresme – composto da 53500 imprese che conta 532mila addetti ed un fatturato di 21,2 miliardi. Tutti in salita gli indici su numero imprese, addetti e fatturato nel periodo considerato (ovvero tra il 2013 ed il 2017). Il numero di imprese è cresciuto del 3%, il personale del 5% ed i fatturati dell’11%”. Ha commentato il presidente della federazione confindustriale dei Servizi, Lorenzo Mattioli: “I dati del centro studi dimostrano come il nostro comparto sia tra i più importanti in Italia e per questo ha bisogno di regole specifiche e tutele che salvaguardino imprese e lavoratori.

Dalla due giorni di Venezia abbiamo rilanciato la proposta di una ‘Industria dei servizi’ per il Paese che si fonda su questi pilastri: una legge quadro che possa essere da riferimento per chi opera nel mercato, una pari dignità rispetto al comparto dei lavori pubblici nella elaborazione del Codice Appalti, un ripensamento sulle attività di internalizzazioni che si profila all’orizzonte, a partire dalla dannosa decisione assumere oltre 11mila bidelli nelle scuole, con costi sociali elevatissimi dovuti al licenziamento delle oltre 16mila unità lavorative impiegate, con contratto a tempo indeterminato, negli appalti affidati alle imprese.

COMUNICATO STAMPA – LiFE 2019, a Venezia le imprese dei Servizi si confrontano sul Lavoro che cambia. ”Nel futuro aumenterà la produttività, ma gli atti del governo sono di segno opposto: si toglie lavoro a chi ce l’ha”

By | Comunicati stampa

VENEZIA, 21 NOVEMBRE 2019 – Si è aperta con una tavola rotonda su ‘Innovazione, Lavoro e capitale umano la prima giornata di LiFE 2019, l’evento promosso dal gruppo di associazioni raccolte in CONFINDUSTRIA SERVIZI HYGIENE,CLEANING & FACILITY SERVICES, LABOUR SAFETY SOLUTIONS, organismo presieduto da Lorenzo Mattioli che rappresenta oltre 500 imprese del comparto dei Servizi con un fatturato di oltre 2,7 miliardi di euro. In apertura dei lavori Mattioli ha letto la nota di ringraziamento giunta dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, grato per la vicinanza delle imprese dei Servizi in un momento delicato per la città. LiFE ha infatti aderito alla sottoscrizione aperta dal Comune per sostenere al più presto il ripristino dei danni ricevuti con l’alluvione. I fondi andranno sull’apposito conto corrente dedicato all’emergenza acqua alta (IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767, causale ‘contributo emergenza acqua alta)’. Il direttore della manifestazione, Paolo Valente, ha spiegato inoltre come la scelta di realizzare LiFE a Venezia sia stata dettata proprio dalla ricerca di un luogo evocativo per “nuove sfide legate al mondo dei Servizi, la cui crescita è sempre in controtendenza rispetto ad altri”. Al confronto dedicato ad ‘Innovazione, Lavoro e Capitale Umano’ coordinato dal direttore del Sole24Ore Fabio Tamburini hanno partecipato, oltre a Mattioli, l’economista Jean Paul Fitoussi, il direttore area Lavoro, welfare e capitale umano in Confindustria Pierangelo Albini, e Davide Casaleggio, presidente di Casaleggio Associati, che ha esposto alla platea i risultati del suo studio ‘La fine del Lavoro come lo conosciamo’.

“Nel 2054 solo l’1% del nostro tempo sarà dedicato al lavoro, e la produttività sarà probabilmente infinita, così il vero valore saranno i rapporti umani e gli accessi ai clienti”, ha detto Casaleggio ricordando che “l’impatto delle tecnologie sarà esponenziale e veloce con effetti dirompenti sull’occupazione”. Una posizione che ha stimolato il dibattito, con toni differenti, come quello di Fitoussi, che ha ravvisato invece l’aumento delle disuguaglianze: “Credo alla tesi che vede in questa epoca, con una forza lavoro aumentata a due miliardi di persone, l’incremento enorme dei profitti e la diminuzione dei salari individuali, oltre che una precarizzazione dell’economia. Da parte di Albini, invece, lo stimolo per le parti datoriali “a mettere in campo un nuovo modello di rappresentanza basato sulla conoscenza”, proprio per fare fronte alle innovazioni che hanno conseguenze sulle relazioni industriali oltre che sulle dinamiche del lavoro. “Le nostre imprese – ha detto Lorenzo Mattioli – sono molto attente ai cambiamenti in atto. Nel comparto dei Servizi assistiamo ad un aumento della produttività, ma siamo molto preoccupati perché i provvedimenti del governo sembrano di segno opposto alla produttività. I processi di internalizzazione, ad esempio quello dei servizi di pulizia nelle scuole, sta paradossalmente togliendo il lavoro a chi ce l’ha”.

L’evento prosegue 22 novembre: la giornata aperta dallo speech di Andrea Barchiesi su La gestione della reputazione non solo digitale per le imprese, prevede tre tavoli tematici in parallelo su Innovazione e trasformazione digitale nel mondo dei Servizi; Green e Blu Economy; Verso un nuovo ciclo di mercato: nuove regole, nuove opportunità?. Interverranno le imprese, esponenti delle istituzioni e del Governo che raccoglieranno le proposte che dall’evento veneziano saranno indirizzate al Paese. I lavori si concludono nel pomeriggio con due talk incentrati su: ‘Peso e misura dei Servizi industriali in Italia e in Europa’ dove, con il contributo del CRESME e dell’associazione di settore europea (la EFCI) verrà delineata la dimensione del comparto a livello nazionale ed europeo. Si parlerà, inoltre, di ‘Una nuova proposta industriale al Paese’ con la raccolta e il rilancio delle sfide elaborate nel corso della due giorni.

COMUNICATO STAMPA – La nuova rotta dei Servizi. LiFE 2019: a Venezia il 21 e 22 novembre il più grande evento dedicato al settore in Italia. Presenti Casaleggio, Fitoussi e Albini. Appuntamento nel segno della solidarietà con la città colpita dal maltempo

By | Comunicati stampa

ROMA, 19 novembre 2019 – LiFE 2019, evento di punta per il mondo dei Servizi in Italia, per la quarta edizione organizzata a Venezia il prossimo 21 e 22 Novembre ha in serbo un’agenda molto ricca e con relatori di rilievo,
provenienti dal mondo delle imprese e delle istituzioni, professionisti e opinion maker che contribuiranno a definire il tema scelto per quest’anno: ‘La nuova rotta dei Servizi industriali’. Appuntamento ancor più
significativo alla luce delle difficili giornate che la comunità veneziana sta attraversando a causa dell’ondata di maltempo.

“Le nostre aziende – spiega Lorenzo Mattioli, presidente di CONFINDUSTRIA SERVIZI HYGIENE, CLEANING & FACILITY SERVICES, LABOUR SAFETY SOLUTIONS che promuove l’evento – vogliono essere vicine alla città, ai residenti, alle imprese che siamo certi si rialzeranno grazie alla loro tenacia e
coraggio. La nostra presenza renderà ancora più concrete le azioni di solidarietà che stiamo mettendo in campo”. Si prospetta una edizione speciale, in cui è il mondo dei Servizi ad essere protagonista, confrontandosi e lanciando proposte su questioni di grande attualità in campo economico, politico e industriale.

Il programma prevede importanti contributi articolati nel corso di due giornate. L’apertura sarà dedicata agli scenari futuri del mondo de Lavoro, con l’intervento di Davide Casaleggio (Casaleggio Associati), Jean Paul Fitoussi – Professore di Economia Ist.to di Studi Politici di Parigi, Pierangelo Albini (Direttore area Lavoro, welfare e capitale umano in Confindustria), e Lorenzo Mattioli. Presenti anche numerosi esponenti di Governo e Parlamento, ed i presidenti delle associazioni che promuovono l’evento. Oltra a Mattioli per ANIPConfindustria, ci saranno Marco Benedetti (A.N.I.D.), Marco Marchetti (ASSOSISTEMA) e Pietro Auletta (UNIFerr).

CONFINDUSTRIA SERVIZI HYGIENE, CLEANING & FACILITY SERVICES, LABOUR SAFETY SOLUTIONS, è la vera novità di questa edizione di LiFE. La compagine confindustriale del mondo dei Servizi sarà infatti presentata come ‘La nuova rotta dei servizi industriali’, con tutte le sue specificità e le prospettive di sviluppo in grado di contribuire alla crescita ed al benessere del Paese. Molto particolare, inoltre, sarà il talk previsto alla Biennale Arte 2019 dove la contaminazione tra ‘Arte, contemporaneità e la trasformazione del mondo del Lavoro’ completerà e arricchirà l’esperienza di LiFE 2019, con l’intervento di Leonardo Caffo – saggista, filosofo, professore Politecnico di Torino e NABA di Milano.

Come annunciato, nel corso dell’evento terrà il lancio della campagna di solidarietà con la città di Venezia attraverso la promozione di una raccolta fondi.
La giornata del 22 novembre, aperta dallo speech di Andrea Barchiesi su La gestione della reputazione non solo digitale per le imprese, prevede tre tavoli tematici in parallelo su Innovazione e trasformazione digitale nel mondo dei Servizi; Green e Blu Economy; Verso un nuovo ciclo di mercato: nuove regole, nuove opportunità?’. Interverranno i più importanti stakeholder e decision maker, esponenti delle istituzioni e del Governo che raccoglieranno le proposte che dall’evento veneziano saranno indirizzate al Paese. I lavori si concludono nel pomeriggio del 22 con due talk incentrati su: ‘Peso e misura dei Servizi industriali in Italia e in Europa’ dove, con il contributo del CRESME e dell’associazione di settore europea (la EFCI) verrà delineata la dimensione del comparto a livello nazionale ed europeo. Si parlerà, inoltre, di ‘Una nuova
proposta industriale al Paese’ con la raccolta e il rilancio delle sfide elaborate nel corso della due giorni. LiFE (acronimo di Labour intensive Facility Event) è promosso per la prima volta dalla compagine confindustriale che raccoglie le associazioni più rappresentative nel mondo dei Servizi: si configura come un
vero e proprio meeting business per consentire alle imprese di rafforzare la propria presenza nel mercato, contaminarsi ed esplorare nuovi modi di fare impresa: l’evento offrirà molto spazio per il matching e lo scambio di esperienze tra i partecipanti, una formula ‘aperta’ in grado di far sentire ognuno come parte integrante dell’evento e poterlo vivere al meglio. L’evento, che si svolgerà nella cornice dell’Hilton Molino Stucky sull’isola
della Giudecca, in uno degli edifici più rappresentativi dell’architettura industriale italiana, prevede anche momenti conviviali e d’incontro che fanno di LiFE una kermesse unica nel suo genere: la sera di gala nel seicentesco Palazzo Ca’ Vendramin con la vista al Casinò ed il ‘Running for Venice’ saranno momenti ideali per lo scambio informale di esperienze e impressioni nel corso dell’evento.

Le info su www.life-event.it . Per accrediti stampa: 349-5049437

Capri, con LIFE 2018 prende il via il percorso per una nuova legge quadro sui Servizi e Facility Management. Raccolta la sfida con Governo, cittadini e sindacati

By | Comunicati stampa

Salto di qualità del settore che può diventare fornitore di servizi anche creativi e propositivi Capri, 14 settembre 2018 – Si conferma un gran successo la terza edizione del format Labour Intensive Facility Event, LIFE 2018, pensato e costruito attorno ai veri protagonisti del Facility Management con ospiti istituzionali e testimonianze di impresa nello scenario italiano e europeo. A Capri la seconda giornata è stata dedicata al mercato, alle regole e alle opportunità del settore dei “servizi” integrati, considerato una vera e propria leva strategica nella gestione aziendale complessiva. L’ultima edizione conferma la volontà di costituire una “Industria dei servizi” che rappresenti il punto di riferimento e giochi un ruolo di rilievo per il futuro del nostro Paese.

Dal meeting di Capri la proposta forte per il settore da parte del Presidente di ANIPConfindustria, Lorenzo Mattioli: “Da LIFE 2018 lanciamo un messaggio  chiaro: occorre un percorso condiviso con i cittadini che sono i nostri utenti, aziende e parti sociali per formulare una proposta di legge quadro sui Servizi che definisca, tuteli e crei le condizioni di espansione per il settore. Per raggiungere questi obiettivi siamo pronti a farne una iniziativa popolare. Occorrono 30mila firme, e siamo sicuri di poter raggiungere questo traguardo”. Da parte delle istituzioni è emersa la volontà di impegnarsi per il comparto: “È una sfida interessante che accogliamo con grande impegno. Siamo disposti ad aprire un tavolo di confronto per una nuova legge quadro, volta a innovare ed efficientare i modelli di gestione dei servizi.” Ha dichiarato Claudio Durigon, Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali, presente al dibattito “il Ministero è a disposizione per un confronto equo e serrato”.

Presente all’incontro anche Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL: “Anche da parte del sindacato c’è la disponibilità a costruire un percorso per una legge quadro sui servizi su iniziativa popolare. È importante ribadire come le aziende del Facility Management, con le loro unicità di supporto strategico e gestionale, riescono a innalzare il livello di qualità dei servizi alle imprese, ma anche alle amministrazioni pubbliche. Nella veste di leader sindacale sono compiaciuto dai dati del settore: si parla infatti di 2.5 milioni di occupati potenziali del comparto a cui appartengono migliaia di PMI. Si tratta, quindi, di numeri importanti che, ritengo, possono crescere se il Governo adottasse politiche volte anche alla riqualificazione del patrimonio pubblico di cui c’è urgente bisogno”, conclude il Segretario.

Arriva a Capri “LiFE 2018”, gli Stati Generali del Facility Management

By | Comunicati stampa

Appuntamento al 13 e 14 settembre in cui si tratterà del futuro dei servizi integrati in Italia con 2,5 milioni di occupati potenziali

Capri, 10 settembre 2018 – Al via il 13 settembre la terza edizione del Labour Intensive Facility Event -LIFE 2018 – nella prestigiosa location di Capri. Due giornate promosse da ANIP-Confindustria volte a ridisegnare il futuro del Facility Management in Italia. L’appuntamento rappresenta una road map capace di tracciare una moderna e qualificata industria dei servizi integrati per la gestione e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari e urbani pubblici, a cui appartengono migliaia di PMI e diversi grandi operatori, ma anche le Istituzioni. È un settore in forte espansione, con un impatto significativo in termini di lavoro: 2,5 milioni di occupati potenziali del comparto e di 135 miliardi di euro è il mercato potenziale complessivo stimato per il comparto.

«LIFE 2018 vuole essere una vera e propria ‘call to action’ destinata agli attori del settore ed alle istituzioni con cui vogliamo aprire un dialogo profondo, rivolto ad obiettivi precisi: una nuova legge sui Servizi che definisca meglio l’ambito di intervento delle aziende del settore; definizione del codice appalti; incentivazione alla fair competition; apertura alle nuove tecnologie e innalzamento professionale degli addetti; sostenibilità ambientale come fattore qualificante negli appalti; espansione del mercato», spiega il presidente di ANIP-Confindustria Lorenzo Mattioli.

Prosegue Mattioli:«Il tema del Lavoro sarà quello da cui ripartire, con una riflessione approfondita sulle caratteristiche di un comparto che conta circa 2,5 milioni di addetti, in particolare giovani donne (una porzione tra il 20 e il 40% dei nostri lavoratori non supera i 25 anni) con contratto part time. E su come eventuali riforme della legislazione possano apportare o meno dei miglioramenti».

La due giorni del 13 e 14 settembre sta destando notevole interesse da parte del mondo politico-istituzionale e dei massimi stakeholder del nostro Paese: il meeting ha lo scopo di approfondire i temi del settore e di fare network soprattutto tra le aziende, gli imprenditori e i protagonisti della filiera.

Daranno il loro contributo il presidente di ANIP, Lorenzo Mattioli; Giuseppina Castiello – Sottosegretario di Stato con delega al Sud; Claudio Durigon – Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali. Ettore Rosato – vicepresidente Camera Deputati, Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL. Inoltre Gennaro Cuciniello – Gen. Capo del Corpo di Commissariato, Aeronautica Militare. Presenti anche Isabel Yglesias (Direttore FENI, European Federation of Cleaning Industries); Gabriele Fava (membro consiglio presidenza della Corte dei Conti). A moderare i lavori sarà l giornalista Mediaset Claudio Brachino. Non mancheranno parentesi conviviali per apprezzare la location caprese e consentire momenti di matching riservati alle aziende. Info e programma su www.life-event.it